Ufficio Ragioneria

 

Responsabile dell'Ufficio Ragioneria: Dott. Natali Riccardo

tel. 0535/86328 - fax. 0535/84362

e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Competenze:
Gestione del bilancio corrente, predisposizione bilancio di previsione e consuntivo, contabilità, pagamenti, riscossioni, controllo di gestione e salvaguardia equilibri di bilancio, investimenti e finanziamenti, mutui prima casa, gestione IVA e IRAP, coordinamento IVA, trattamento fiscale dei professionisti, centro elaborazione dati.

Contatti:

Padovani Rag. Roberta - Vice-Ragioniere - tel. 0535/86323

e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ratti Rag. Paola - tel. 0535/86315

e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Reggiani Rag. Natasa - tel. 0535/86337

e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Orario:

Dal Lunedì al Sabato: 9.00 - 13.00

Lunedì e Giovedì: 15.00 - 18.00



NOVITA' IVA 2015 - SPLIT PAYMENT - COMUNICAZIONE AI FORNITORI PDF Stampa E-mail

Art. 1, comma 629, lettera b), della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015) – Applicazione “split payment”.

Con la presente ricordiamo che la normativa citata in oggetto ha modificato il Dpr n. 633/1972, disciplinante l’applicazione dell’IVA, introducendo l’art. 17-ter: secondo tale nuovo provvedimento, per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate nei confronti di una serie di enti pubblici tra i quali sono compresi anche i Comuni, prestazioni per le quali tali cessionari o committenti non sono debitori d'imposta ai sensi delle disposizioni in materia d'imposta sul valore aggiunto, l'imposta è in ogni caso versata dai medesimi secondo modalità e termini fissati con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze.
Tale disposizione implica quindi che la vostra azienda dovrà continuare ad esporre l’IVA in fattura, ma il nostro ente non procederà a saldarvi il relativo importo, in quanto esso verrà trattenuto al fine del successivo versamento all’erario direttamente da parte nostra.

Al fine di una nostra e vostra corretta gestione del nuovo meccanismo sopra indicato, vi invitiamo ad aggiungere alle vostre fatture che procederete ad emettere la seguente dicitura:
“IVA scissione dei pagamenti – Art. 17-ter del Dpr n. 633/1972”.

 
FATTURAZIONE ELETTRONICA IPA - COMUNICAZIONE AI FORNITORI PDF Stampa E-mail

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/2007, art. 1 commi da 209 a 214.


In ottemperanza a tale disposizione, questa Amministrazione, a decorrere dal 31 marzo 2015, non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all’allegato A “Formato delle fattura elettronica” del citato DM n. 55/2013.


Trascorsi 3 mesi dalla suddetta data, questa Amministrazione non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico.


Inoltre ai sensi dell’art. 25 del Decreto Legge n. 66/2014 , al fine di garantire l’effettiva tracciabilità dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, le fatture elettroniche emesse verso le PA devono essere firmate digitalmente e devono riportare:
•    Il codice identificativo di gara (CIG), tranne i casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità di cui alla Legge n. 136 del 13 agosto 2010;
•    Il codice unico di progetto (CUP), in caso di fatture relative a opere pubbliche. 


Pertanto questa Amministrazione non potrà procedere al pagamento delle fatture elettroniche che non riportano i codici CIG e CUP, quest’ultimo ove previsto.
Al fine di facilitare la predisposizione della fattura elettronica, il cui formato è descritto nell’allegato A al DM n. 55/2013 e nelle “specifiche tecniche operative del formato della fattura del sistema di interscambio”, si segnala che, il Codice Unitario Progetto (CUP) e il Codice Identificativo Gara (CIG) devono essere inseriti in uno dei blocchi informativi, in corrispondenza degli elementi denominati “CodiceCUP” e “CodiceCIG”, del tracciato della fattura elettronica la cui rappresentazione tabellare è pubblicata sul sito www.fatturapa.gov.it

.
Peraltro, ai sensi dell’articolo 3 comma 1 del citato DM n. 55/2013, l’Amministrazione individua i propri uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche inserendoli nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), che provvede a rilasciare per ognuno di essi un Codice Univoco Ufficio secondo le modalità di cui all’allegato D “Codici Ufficio”.


Il Codice Univoco Ufficio è una informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l’identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SDI) di recapitare correttamente la fattura elettronica all’Ufficio destinatario.


L’informazione relativa al Codice Univoco Ufficio deve essere inserita nella fattura elettronica in corrispondenza dell’elemento del tracciato 1.1.4 denominato “Codice Destinatario”.


A completamento del quadro regolamentare, si segnala che l’allegato B “Regole tecniche” al citato DM 55/2013, contiene le modalità di emissione e trasmissione della fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione per mezzo dello SDI, mentre l’allegato C “Linee Guida” del medesimo decreto, riguarda le operazioni per la gestione dell’intero processo di fatturazione.


Pertanto si invita a consultare il sito www.fatturapa.gov.it nel quale sono disponibili ulteriori informazioni in merito alle modalità di predisposizione e trasmissione della fattura elettronica.


Si segnala infine che il Codice IPA del Comune di San Felice sul Panaro per l'invio delle fatture elettroniche è: W51GSQ

 
Nuovi estremi conto corrente di Tesoreria PDF Stampa E-mail
Si è con la presente a comunicare che dal 26/3/2012, a seguito della fusione per incorporazione della BANCA POPOLARE DI VERONA - S.GEMINIANO S.PROSPERO SPA nella Capogruppo BANCO POPOLARE le nuove coordinate bancarie del conto di Tesoreria sono:

IBAN IT36 L 05034 66980 000000012516

 
Smobilizzo crediti imprese PDF Stampa E-mail

SanFelice Banco_popolare_logo

CONVENZIONE PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI VANTATI NEI CONFRONTI DEL COMUNE DI SAN FELICE SUL PANARO

A causa dell'attuale crisi economica, molte imprese hanno registrato forti restrizioni all'accesso al credito bancario. Parallelamente la Pubblica Amministrazione è costretta a fronteggiare criticità legate al rispetto del Patto di Stabilità, sia per gli impegni assunti nell’esercizio corrente che nei precedenti.

In tale contesto, in data 08/02/2012, a seguito della delibera di Consiglio Comunale n. 10 del 30/01/2012, è stata siglata con il Tesoriere Comunale, Banco di S.Geminiano e S.Prospero - Banco Popolare Società Cooperativa, la Convenzione per lo smobilizzo dei crediti da fornitura vantati da fornitori nei confronti del Comune di San Felice sul Panaro, mediante conferimento di mandato irrevocabile all’incasso ex art. 1723, coma 2° c.c., a condizioni da concordare con l'istituto e senza oneri a carico dell'Ente.

Il creditore, a fronte dell'avvenuto conferimento alla banca del mandato irrevocabile all'incasso (Allegato A) Mandato irrevocabile all'incasso ex art. 1723 , comma 2°c.c.), provvederà con apposita lettera (Allegato B) Comunicazione conferimento del mandato irrevocabile e risposta del terzo) ad informare il Comune del conferimento alla banca del mandato. Il Comune, effettuate le necessarie verifiche di sussistenza del credito, provvederà quindi ad inviare apposita lettera di conferma alla banca (Allegato C) Risposta al conferimento del mandato irrevocabile).

Documentazione:

Convenzione smobilizzo crediti
Allegato A)
Allegato B)
Allegato C)
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL
Comune di San Felice sul Panaro 2009 ® P.IVA 00668130362